TRACKY, una idea luminosa
Il monitoraggio con esca virtuale rischia di dare meno evidenze di quelle sperate, nel senso che quando l’esca virtuale è stata rosicchiata si possono evincere solo dati riguardanti: specie dell’agente infestante responsabile del consumo, quantità sottratta in un intervallo di tempo, aree di consumo. Però… se avessimo a disposizione un prodotto che ci consente di collegare il consumo ai percorsi dei roditori, potremmo anche capire come si muove la colonia all’interno dell’area indagata, predisponendo azioni correttive massimizzate nell’efficacia.

In aiuto arrivano le esche TRACKY che contengono una sostanza chimica priva di tossicità intrinseca in grado di illuminarsi se esposta ad una fonte di raggi UV.

Grazie a questa caratteristica, con l’ausilio di una torcia a luce UV, possiamo verificare anche in luoghi di difficile ispezione quali controsoffitti o pavimenti flottanti, se le feci (grandi – piccole o anche solo piccole parti di escremento) contengono il tracciante. Da questi riscontri è possibile affermare con certezza che i roditori si sono nutriti da una stazione di monitoraggio, approssimando anche a quale fra quelle dislocate dell’area sotto controllo. 
 
Così, mappate le aree di ritrovamento degli escrementi “luminosi”, lasciati dai roditori per marcare i percorsi ritenuti sicuri, si può intuire la dinamica dei movimenti degli esemplari e nello specifico: da dove provengono, dove si nutrono, quali sono i percorsi preferenziali e le aree visitate più frequentemente, per poi procedere alla progettazione di un sistema di lotta, che diventa molto potente perché mirato con grande precisione. 

TRACKY PASTA e TRACKY BLOCK non contengono sostanze tossiche né aromi, quindi sono idonei all’impiego in tutti i luoghi di preparazione, somministrazione, confezionamento e stoccaggio degli alimenti o di conservazione delle materie prime utilizzate per la produzione di derrate. 

Con l’utilizzo delle esche TRACKY il monitoraggio diventa efficace!