IL PCO NON SI FERMA... 2
Seconda puntata: Le zanzare sono da sempre i vettori di malattie più dannosi del nostro pianeta.  

Nonostante la pandemia in atto, non possiamo trascurare gli aspetti sanitari collegati alla presenza delle zanzare, che con i virus hanno un legame strettissimo. La zanzara fa di tutti i virus un fascio? NO.  

Per prima cosa, definiamo i termini principali: con zoonosi intendiamo le malattie trasmesse direttamente o indirettamente all’uomo dagli animali, che ne sono i vettori (dal latino? vector e significa letteralmente “colui che porta”). I virus trasmessi dagli artropodi sono raggruppati nel gruppo degli arbovirus

Però, perché c’è sempre un però… dobbiamo tenere presente che: 
  • Le zanzare non possono diffondere tutti i tipi di virus. 
  • Al momento non disponiamo di dati che suggeriscano che COVID-19 o altri coronavirus simili (ad es. SARS, MERS) siano diffusi da zanzare. Fonte ISS
  • Perché un virus passi a una persona attraverso una zanzara, il virus deve essere in grado di sopravvivere e replicarsi all'interno della zanzara. 
Nonostante la terrificante emergenza sanitaria in atto, non si può e non si deve trascurare il ruolo di vettore delle zanzare, per questo riportiamo i dati di Epicentro* circa il 2019: 18 casi confermati di Chikungunya4 casi di Zika Virus185 di Dengue, 577 casi di West Nile Virus (WNV) di questi 230 si sono manifestati nella forma neuro-invasiva con 42 deceduti, 279 casi come febbre, 4 casi di Usutu virus
* Fonte Epicentro:  Arbovirosi in Italia: e in particolare per WNV e Usutu

Cosa può fare il PCO in questo momento? 
Deve sottolineare il ruolo fondamentale che riveste nella tutela della salute pubblica: contiene, monitora e sopprime i vettori, in questo caso attua la lotta antilarvale e quella adulticida offrendo un beneficio igienico-sanitario ed economico. 
È determinante il suo impegno di sensibilizzazione con le pubbliche amministrazioni e con la cittadinanza, a partire dalla propria cerchia di influenza, attraverso una corretta informazione su questi temi.  
Deve agire con professionalità, dimostrandola attraverso un modus operandi distintivo:  
  1. Effettua il sopralluogo e/o una attenda analisi della gara d’appalto 
  2. Applica il giusto prezzo 
  3. Conosce e applica il corretto utilizzo di DPI 
  4. Sceglie i prodotti e le attrezzature adeguati 
  5. Forma il personale e può documentarlo 
Cosa può offrire il PCO alle Pubbliche Amministrazioni in questo momento per loro così intenso 
  1. Mappatura del territorio con individuazione di aree ad alto rischio di infestazione;  
  2. Proposte di gestione integrata per ogni area a rischio evidenziata nell'analisi;  
  3. Proposte di attività di coinvolgimento della popolazione: organizzazione di incontri, fornitura di materiali informativi da distribuire tramite volantini, cartelli con infografiche, siti web e social dei comuni. 
Perché è indispensabile rivolgersi a un professionista?  
Perché il disinfestatore è un tecnico formato che: 
  1. Conosce la biologia e il comportamento degli organismi nocivi; 
  2. Ci aiuta a individuare la migliore strategia di prevenzione da attuare per la lotta integrata agli infestanti nella nostra proprietà; 
  3. Mette in evidenza i rischi a cui siamo esposti delineando le più idonee misure di difesa della nostra salute; 
  4. Utilizza consapevolmente i prodotti insetticidi per tutelare la salute umana avendo anche cura di rispettare la salute dell’ambiente e degli animali non-target; 
  5. Possiede nozioni tecniche e attrezzature professionali in grado di massimizzare gli effetti degli interventi, minimizzando l’impatto ambientale. 
Ti può interessante anche: